Imparare ad apprendere senza soluzione di continuità negli spazi ibridi

Authors

Guglielmo Trentin

Synopsis

Se è vero che nessuno, oggi, è in grado di disegnare gli scenari futuri in cui si muoveranno le nuove generazioni, è anche vero che si può almeno provare a ipotizzare come “equipaggiarle” per intraprendere il grande viaggio verso e attraverso quegli stessi scenari.
L’ipotesi che si fa in questo volume è che nello zaino del “viaggiatore verso i possibili futuri” non possano mancare due strumenti essenziali: da un lato, la capacità di autodirigere e autoregolare il proprio apprendimento continuo, abilitandolo e potenziandolo di volta in volta con l’ausilio di tecnologie sempre più evolute; dall’altro saper cogliere le peculiarità dei nuovi spazi d’interazione che si vengono a determinare proprio grazie a quelle stesse tecnologie.
Che cosa può fare il mondo dell’istruzione, già oggi, in questo senso? Sicuramente non limitarsi a dispensare conoscenze, ma dedicare il giusto tempo ad allenare gli studenti all’abitudine mentale di rilocare costantemente il proprio processo di apprendimento negli scenari e nelle situazioni che si possono presentare nel quotidiano a livello personale, professionale e sociale.
Scenari e situazioni che sempre più si svilupperanno nei cosiddetti spazi ibridi, prodotti dalla reciproca compenetrazione degli spazi reali e digitali e nei quali anche i processi di apprendimento formali, non-formali e informali tendono a fondersi naturalmente.
In questo volume parleremo di spazi ibridi e in particolare della loro capacità di offrire una dimensione ideale per il seamless learning, ossia un processo di apprendimento senza soluzione di continuità che travalichi gli schemi classici dell’istruzione formale e aiuti gli studenti a diventare protagonisti del proprio futuro.

Downloads

Download data is not yet available.

Author Biography

Guglielmo Trentin

È dirigente di ricerca all’Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR. Da oltre trent’anni conduce studi sui processi di apprendimento (formali, non-formali e informali) che si sviluppano nelle nuove dimensioni indotte e prodotte dalle tecnologie digitali e di rete. Dal 2002 al 2011 è stato docente di Tecnologie di rete e Flussi di conoscenza all’Università degli Studi di Torino. Attualmente insegna alla Scuola di Dottorato in Digital Humanities dell’Università degli Studi di Genova. Le sue ricerche più recenti riguardano gli ambienti ibridi di apprendimento, con particolare attenzione all’onlife education e al mobile seamless learning.

Downloads

File views:   433

Published

giugno 14, 2023

Details about this monograph

ISBN-13 (15)

9788835154303

Date of first publication (11)

2023-06-14